Dottorato in Matematica e Scienze Computazionali

Il Dottorato di Ricerca in Matematica e Scienze Computazionali è in convenzione tra le Università degli Studi di Catania, Messina e Palermo. La convenzione tra le tre Università ha avuto inizio con il XXIX Ciclo.

Il Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Matematica e Scienze Computazionali - Ciclo XXXVIII è il prof. Francesco OliveriDipartimento di Scienze Matematiche e Informatiche, Scienze Fisiche e Scienze della Terra, Università degli Studi di Messina, Via Stagno d'Alcontres, 98166, Messina, 

La Coordinatrice dei precedenti Cicli XXXIV-XXXVII del Dottorato di Ricerca in Matematica e Scienze Computazionali è la prof.ssa Maria Carmela LombardoDipartimento di Matematica e Informatica, Università degli Studi di Palermo, Via Archirafi 34, 90134, Palermo, 

Inizio del Ciclo XXXVIII, Anno Accademico 2022-23. Durata: 3 anni. Posti e borse di studio: 16 posti, di cui 12 con borsa di studio. Sede amministrativa: Università degli Studi di Messina

Descrizione ed obiettivi del corso

Obiettivo primario del Dottorato è la formazione di ricercatori nei settori della Matematica Pura, della Matematica Applicata e delle Scienze Computazionali al fine di creare figure professionali che possano trovare sbocco nel settore della ricerca scientifica, universitaria e non, nonché nel settore dell'industria. 

Si prevede l'acquisizione di abilità tali che i Dottorandi siano in grado di: 

  • svolgere un'attività di ricerca autonoma che dia risultati scientifici internazionalmente validi e/o tecnologicamente trasferibili; 
  • svolgere attività di coordinamento con altri esperti su progetti di ricerca/sviluppo con temi sia strettamente matematici che a carattere computazionale in più ambiti disciplinari; 
  • svolgere attività di coordinamento di piccoli team di ricerca e sviluppo in contesti sia accademici che di impresa; 
  • svolgere attività di comunicazione scientifica a livello internazionale di progetti e risultati; 
  • effettuare la valutazione critica dei risultati e della letteratura scientifica almeno in un settore di specializzazione. 

Il percorso viene finalizzato con la stesura di una tesi di Dottorato con contenuti di ricerca originali e con standard elevati. 

Curricula

  • Matematica Pura 
  • Matematica Applicata 
  • Scienze Computazionali 

Descrizione del Corso

Il progetto formativo copre tematiche di Matematica Pura, principalmente dei settori scientifico-disciplinari Analisi Matematica, Algebra, Geometria, Probabilità, Storia e Didattica della Matematica, ed anche aspetti teorici di Matematica Applicata e delle Scienze Computazionali, quali, principalmente dei settori Fisica Matematica, Analisi Numerica, Ricerca Operativa, Informatica.

 Il Corso di Dottorato si articola su tre livelli: 

  1. frequenza di corsi di lezione, principalmente durante i primi due anni, sia di base che sulle tematiche connesse alle attività di ricerca del Collegio Docenti; 
  2. impegno in progetti di ricerca e partecipazione a Scuole, Workshop e Convegni, che consentono di ampliare e affinare le capacità di ricerca dei Dottorandi; 
  3. stesura della tesi di Dottorato sotto la supervisione dei docenti specializzati nelle aree di ricerca scelte dai Dottorandi (terzo anno). 

Gli studenti parteciperanno a seminari specialistici, ed avranno la possibilità di effettuare soggiorni di studio presso altre università, sia in Italia che all’estero, che hanno dato la loro disponibilità, o di effettuare stage presso imprese, enti pubblici o centri di ricerca. 

Il progetto formativo prevede nei tre anni di corso l'acquisizione di 180 CFU, ripartiti tra lezioni frontali, attività di studio individuale e ricerca, partecipazione a workshop e seminari o a scuole a carattere nazionale e internazionale, attività di tutorato, di didattica integrativa e di terza missione. Per quanto riguarda gli insegnamenti offerti, vale la corrispondenza di 6 ore di lezione per 1 CFU. Il Collegio Docenti offre ai Dottorandi un'ampia selezione di insegnamenti che coprono gli ambiti scientifici di riferimento nei tre curricula; più della metà dei corsi di Dottorato prevedono una verifica finale tipicamente sotto forma di seminario. La distribuzione di massima dei CFU tra le varie attività è la seguente: 

  • I e II anno di corso: 
    • Insegnamenti di Dottorato: 18 CFU; 
    • Seminari e partecipazione a workshop e scuole: 8 CFU; 
    • Tutorato, didattica integrativa e terza missione: 4 CFU; 
    • Studio e ricerca individuale: 30 CFU. 
  • III anno di corso: 
    • Seminari e partecipazione a workshop e scuole: 8 CFU; 
    • Tutorato, didattica integrativa e terza missione: 4 CFU; 
    • Studio e ricerca individuale: 18 CFU; 
    • Stesura della tesi di Dottorato: 30 CFU. 

Al primo e secondo anno i Dottorandi effettuano la scelta degli insegnamenti tra quelli offerti tenendo conto del curriculum e delle tematiche del loro progetto di ricerca; i Dottorandi possono anche scegliere insegnamenti o corsi tenuti in Scuole nazionali o internazionali (ad esempio CIME, CISM, Scuole estive). 

A ciascun Dottorando è assegnato dal Collegio dei Docenti un supervisore e/o uno o più co-supervisori. 

L'ammissione dei Dottorandi all'anno successivo sarà valutata dal Collegio dei Docenti sulla base di una relazione dettagliata, approvata dal supervisore, sul complesso delle attività e, se concordato dal Collegi odei Docenti anche da un seminario pubblico di illustrazione dell'attività di studio e ricerca. 

Si segnala l’importanza delle attività seminariali che saranno per i Dottorandi l'occasione per confrontarsi con il mondo della ricerca scientifica e sviluppare nuove interazioni. A queste attività si affiancheranno workshop su tematiche più specifiche organizzati nelle tre sedi universitarie. 

Tali seminari, che saranno tenuti durante tutto il Ciclo del Dottorato, avranno come relatori Docenti del Collegio, da Docenti esterni afferenti alle tre sedi universitarie convenzionate ed anche da professori visitatori, saranno offerti ai Dottorandi sia in italiano che in lingua straniera.

Sbocchi occupazionali 

Lo sbocco occupazionale principale del Dottorato è nel settore della ricerca, sia universitaria che aziendale. In ambito universitario, i Dottori di Ricerca potranno partecipare a bandi per assegni di ricerca, sia in Italia che all'estero, per proseguire l'attività di ricerca avviata con il Dottorato. Questo è uno degli sbocchi occupazionali principale delle ricerche di carattere più teorico. Per alcuni ambiti di ricerca la formazione dottorale potrà diventare importante per coloro che decideranno di dedicarsi all’insegnamento. La formazione avanzata acquisita durante il Dottorato permetterà ai Dottori di Ricerca, in particolare a quelli dei curricula di Matematica Applicata e Scienze Computazionali, di ambire a posizioni di lavoro presso aziende ad alta tecnologia, dove le loro competenze di matematica, soprattutto applicata e computazionale, potranno risultare molto richieste. Infine, non è da trascurare un possibile sbocco lavorativo nell’ambito della comunicazione scientifica di qualità. L'analisi della situazione occupazionale dei Dottori di Ricerca che abbiano conseguito il Dottorato nelle discipline matematiche e computazionali, che sono alla base della presente proposta, mostra che di fatto la maggior parte dei Dottori di Ricerca trova sbocco immediato in istituzioni di ricerca, sia in Italia che all'estero. 

Per ulteriori informazioni ed aggiornamenti si consiglia di visionare frequentemente il link della sede amministrativa: https://mat521.unime.it/dottorato-matscicomp